Una migliore consapevolezza sulle plastiche biodegradabili e compostabili per difendere l’ambiente

I prodotti in bio-plastica biodegradabili e compostabili, come shopper,  imballaggi o bicchieri, sono sempre più diffusi grazie al loro configurarsi come soluzioni rispettose dell’ambiente. Un briefing dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA), rilasciato il 27 agosto, afferma che etichettatura chiara e consapevolezza del consumatore sono parametri fondamentali per il corretto utilizzo di queste bio-plastiche .

Infatti, perché le plastiche biodegradabili e compostabili riducano effettivamente il problema dell’inquinamento, devono essere smaltite correttamente, un punto importante spesso non ben compreso dai consumatori, a quanto afferma il briefing dell’EEA. Molti consumatori non sanno, per esempio, che le condizioni nelle compostiere domestiche e nell’ambiente aperto sono molto diverse rispetto agli impianti di compostaggio industriale e quanto ciò possa influire sulla velocità e sulla completezza del processo di biodegradazione.

Il briefing EEA offre spunti e chiarimenti sul tema delle bioplastiche compostabili e sul loro ruolo nell’economia circolare.

Scarica il report qui: https://bit.ly/2EHLfjf

Articoli correlati

Il valore aggiunto dei prodotti compostabili

Con lo sviluppo della raccolta differenziata dell’organico si è sviluppata anche una filiera industriale che realizza tutta una serie di prodotti biodegradabili e compostabili…

Fileni adotta il packaging compostabile per i prodotti antibiotic-free

Fileni, azienda marchigiana leader nella produzione di carni biologiche in Italia, lancia il nuovo packaging compostabile in ogni sua parte: vassoio, film, etichetta e…

Cosa è la compostabilità

E' un termine che si riferisce ai prodotti che, dopo l'uso, possono essere recuperati mediante il compostaggio che è la trasformazione dei rifiuti di…